Italian Blog

Delta Machine Deluxe Standard Vinile Digitale Amazon.it | Direct | iTunes

Ultima

Arriva “Mute Synth II” in associazione con Dirty Electronics

Il Dirty Electronics Mute Synth II (MSII) è un sintetizzatore portatile e sequencer, progettato in collaborazione con il designer Adrian Shaughnessy.
MSII è l’evoluzione del Dirty Electronics Mute Synth (MSI) originariamente creato per il leggendario Short Circuit presentato all’evento Mute al Roundhouse di Londra nel 2011.

Il design elegante e l’attenzione alla fruibilità di MSII spinge ad un approccio pick-up-and-play, con interruttori e manopole, in combinazione con i comandi tattili inerenti a MSI, per consentire ritmi complessi ed infiniti, e suoni che potranno essere creati con semplicità.

Mute Synth II viene fornito con una selezione di opere create con i synth da artisti associati con Dirty Elettronica e Mute.

Mute Synth II in pre-order su www.mutebank.co.uk

www.dirtyelectronics.org

Anton Corbijn chiude il “Festival Internazionale del Film di Roma 2014″ con “La spia – A Most Wanted Man”

Arrivano al Festival di Roma 2014, le ultime due grandi star della nona edizione, ovvero Willem Dafoe e Anton Corbijn per presentare il film La spia – A Most Wanted Man tratto dall’omonimo romanzo di John Le Carré.

Alle ore 21:00 presso la Sala Petrassi, il Festival renderà omaggio a Philip Seymour Hoffman, premio Oscar per Truman Capote – A sangue freddo, candidato all’Academy Award altre tre volte per La guerra di Charlie Wilson, Il dubbio e The Master, con la proiezione de La spia – A Most Wanted Man, ultima interpretazione dell’attore scomparso lo scorso febbraio all’età di quarantasei anni. Il nuovo film di Anton Corbijn, tratto dall’omonimo romanzo di John Le Carré, è un action thriller ambientato tra Amburgo e Berlino che vede coinvolti un misterioso uomo in fuga, un banchiere britannico, una giovane avvocatessa idealista e il capo di un’unità segreta di spionaggio tedesca. Sul red carpet delle ore 20.30, ci sarà l’altro protagonista del film, Willem Dafoe, indimenticabile volto di Platoon, interprete per alcuni dei maggiori cineasti viventi (Martin Scorsese, David Lynch, Abel Ferrara e David Cronenberg).

Guarda il servizio n°16 TG2 ore 13:00 del 25/10/2014

La spia – A Most Wanted Man dal 30 ottobre al cinema.

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.

Depeche Mode nella colonna sonora del film “White Bird in a Blizzard”

Il brano in questione è Behind The Wheel (Beatmasters Mix) del 1987
Il film è diretto dal regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense Gregg Araki ed è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Laura Kasischke.

Trama:
Kat Connors ha 17 anni quando la madre Eva, una donna bellissima ed enigmatica, scompare. Avendo vissuto per tanto tempo in un clima di soffocamento e repressione emotiva, Kat considera quasi un sollievo la sua assenza e il padre Brock, un uomo di poco polso, non può certo biasimarla. Con il trascorrere del tempo, però, Kat inizia a fare i conti con quanto la scomparsa pesi invece sulla sua esistenza e un giorno, rientrando a casa dal college, è costretta a confrontarsi con la verità che si cela dietro quell’improvvisa partenza.

White Bird in a Blizzard è stato mostrato in anteprima al Sundance Film Festival il 20 gennaio scorso.
Il film è On Demand negli USA dal 25 settembre e sul grande schermo dal 24 ottobre.
Non è ancora prevista una distribuzione in Italia.

Tracklist
01. Sea, Swallow Me – Cocteau Twins e Harold Budd
02. Heartbreak Beat – The Psychedelic Furs
03. Temptation – New Order
04. Behind The Wheel (Beatmasters Mix) – Depeche Mode (US)
05. Living In Another World – Talk Talk
06. Everybody Wants To Rule The World – Tears For Fears
07. Bring On The Dancing Horses – Echo and The Bunnyman
08. A Private Future – Love and Rockets
09. These Early Days – Everything But The Girl
10. It’s a Mugs Game – Soft Cell
11. Being Boring – Pet Shop Boys
12. Darklands – The Jesus and Mary Chain
13. Gone Forever – Ulrich Schnauss

E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 4.974 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: