Italian Blog

moda

Martin Gore e Kerrilee Kaski sposi

Congratulazioni a Mr. e Mrs. Gore!!
Martin Gore e Kerrilee Kaski si sono sposati il 12 giugno scorso.
Un matrimonio intimo con pochissimi invitati nella splendida cornice caraibica delle Turks e Caicos. Le foto che abbiamo postato provengono dalla pagina facebook dalla stilista Ina Soltani che scrive: “È stato un onore prendere parte al giorno speciale del grande Martin L. Gore dei Depeche Mode e di Kerrilee Gore. Complimenti, siete una coppia meravigliosa e due persone eccezionali! È stato un vero piacere lavorare con entrambi e creare i pezzi unici per la cerimonia di nozze intima e memorabile che si è svolta alle isole Turks e Caicos il 12 giugno 2014. La sposa indossava un abito di Ina Soltani su misura stile sirena in satin duchesse e trina di chantilly bianca e nera, con dettagli di raso nero e un velo su misura in chantilly bianco e nero. Lo sposo indossava uno smoking su misura di Ina Soltani con inserti di seta, revers e dettagli di pelle esotici e una camicia di seta charmeuse con particolari in pelle. Kerrilee ha scelto un abito in pelle nera e seta charmeuse di Ina Soltani per il taglio della torta. Kerrilee e Martin, vi auguro un’eternità di puro amore e armonia! È stato un grande piacere avervi incontrato, siete fantastici! Un ringraziamento speciale a Dani Stone per aver reso questo evento un’esperienza memorabile.”

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.


Invisible Souls + Depeche Mode in mostra a Venezia

Se vi trovate dalle parti di Venezia questa sera non perdetevi l’opening di Invisible Souls, tra suggestioni veneziane e dialoghi silenziosi una serata all’insegna del tessuto e della ricerca artistica personale.

Invisible Souls – Textile Art/Fiber Art

Abiti di donne senza volto e senza voce, che hanno perso la forza di esprimersi mantenendo pur sempre viva la loro energia interiore nonostante la società le abbia dimenticate facendole “quasi” sparire. Anime invisibili, misteriose presenze, che come fuochi fatui appaiono e scompaiono in scorci nelle notti estive veneziane #invisiblesouls

Personale di Marina Majcen presso Materia Grigia, nuovo spazio per l’arte DD 1750 Venezia

 

VENEZIA – Invisible Souls: tra silenzi ed energie interiori, l’affermazione della propria identità ricamata con i capelli dell’artista con la tecnica ad ago di Burano.

Sono le Invisible Souls anime femminili senza voce e senza volto che inghiottite dalla società contemporanea che tenta di farle sparire dialogano tra loro e con il pubblico attraverso la trasparenza del loro animo. Sono donne, orgogliose di essere; immateriali ma determinate nella loro essenza.

Un percorso nella ricerca personale e dei tessuti quello di Marina Majcen artista Fiber Art, Textile Art che, attraverso il consapevole utilizzo dei tessuti imbastisce “dialoghi” con i propri capelli.

“Il mio lavoro si basa su un mix di materiali e tecniche, la creazione di miniabiti con tutti i segni di costruzione sartoriale del modello, la stampa a blocchi incisi su tessuto e infine i miei capelli ritorti e lavorati con la tecnica del merletto ad ago di Burano con il punto “sacola” usato liberamente” – così l’artista descrive le proprie opere che emozionano l’osservatore coinvolgendolo in un viaggio “Travelling Art Project” tra antiche merlettaie della scuola di Burano, tessuti antichi ricontestualizzati e la propria dimensione interiore.

E sono proprio i capelli la firma dell’artista che vede in essi un proseguimento del proprio corpo, del DNA, non solo personale, ma universale come testimonia l’opera “Walk of Angels” in cui l’artista ha utilizzato capelli di tutti i colori. Una tradizione quella dell’uso dei capelli che risale al XVII secolo, quando le due maestre merlettaie Lucrezia e Vittoria Torre fecero un collare di capelli canuti, che fu pagato 250 ungheri, e servì al re di Francia Luigi XIV nel solenne giorno della sua incoronazione.

 

Press & Public Relations: Francesca Anzalone mailto: francesca.anzalone@netlifesrl.it

La mostra sarà accompagnata dalle musiche dei Depeche Mode (tracklist a cura di Pamela Ricchetti) e múm

Opening 27 giugno 2014 ore 21:00 presso Materia Grigia – Venezia Dorsoduro 1750
Invisible Souls di Marina Majcen – Textile Art In mostra dal 28 giugno al 4 luglio 2014

Segui l’evento su facebook https://www.facebook.com/events/421791211296167
www.facebook.com/InvisibleSoulsVenezia
www.marinamajcen.it

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.


Video: Dior è “Strangelove” in Secret Garden 3

Cosa sarebbe la campagna pubblicitaria “Secret Garden” di Dior senza i Depeche Mode?
La maison francese torna con un nuovo video promozionale diretto ancora una volta da Inez van Lamsweerde e Vinoodh Matadin, ambientato sempre nella splendida Reggia di Versailles e con una colonna sonora che vede protagonisti ancora una volta i Depeche Mode.
Dopo Enjoy The Silence  e Behind The Wheel, per la terza campagna, “Secret Garden III“, Dior sceglie il brano Strangelove, primo singolo estratto dall’album Music for the Masses del 1987.

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.


Il 2013 di ‘Depeche Mode e Dintorni’ – calendario 2014

Grazie a tutti voi che ci avete seguito con fede e devozione in questo 2013 che è stato un anno ricco di novità, un anno che ci ha regalato Delta Machine e il Delta Machine Tour con due date italiane da cardiopalmo!

4.561 volte grazie agli inscritti che ci leggono sul blog (a fine 2012 eravate 465!)
15.523 volte grazie ai fan che ci seguono su facebook
1.461 volte grazie ai followers di twitter

Grazie a tutti quelli che ci hanno inviato video, foto e recensioni del Delta Machine Tour, a quelli che ci hanno tenuto compagnia con commenti, a volte critici a volte divertenti e a chi crede in noi!

Per tutti voi abbiamo preparato un regalo molto speciale, il calendario 2014 che questa volta (a differenza del calendario 2013) raccoglie le immagini più belle dei nostri Depeche on stage! E’ stato davvero difficile scegliere tra le migliaia di foto presenti nel nostro archivio, difficile a tal punto che abbiamo deciso di realizzare ben due calendari!
Clicca qui per scaricare (in alternativa nowdownload o rapidshare)

Pronti per il 2014? Pronti per le nuove date italiane del Delta Machine Tour?
Noi scenderemo in campo con voi a Bologna e anche questa volta, dopo il successo di Roma, prepareremo una coreografia… ma di questo ne parleremo più avanti.
Vi ricordiamo che abbiamo circa 20 biglietti disponibili per lo show del 22 febbraio, Parterre in Piedi (no Early Entrance) e Gradinata Est – L. Per info QUI.

E ora ripercorriamo il nostro 2013

Gennaio 2013

Febbraio 2013

Marzo 2013

Aprile 2013

Maggio 2013

Giugno 2013

Luglio 2013

Agosto 2013

Peter Gordeno e Christian Eigner impegnati nel progetto ‘OPIEN’ “L’album si chiama ‘Atlanta‘ e vede la collaborazione di Christian Eigner (turnista dei Depeche Mode dal 1997) insieme al produttore, compositore e polistrumentista Niko Stoessl (che ha lavorato anche in Hourglass di Dave Gahan). ‘Atlanta‘ nasce dal progetto ideato da Niko Stoessl, ‘OPIEN‘, gestito dal team di Daryl Bamonte.
Nel video che vi proponiamo, ‘Let Me Down‘, noterete anche la presenza di Peter Gordeno (turnista dei Depeche Mode dal 1998).” Altri articoli che potrebbero interessarti

Settembre 2013

  • Una chiacchierata con Andrew Fletcher dei Depeche ModeAbbiamo fatto show strepitosi. Forse è stata la migliore serie di concerti della nostra carriera. Dave è sempre stato fenomenale, il pubblico si è dimostrato fantastico e molto partecipe, perfino nelle zone d’Europa che sono in recessione. La nostra è una carriera da sogno, dagli inizi fino a oggi. Non avremmo mai immaginato di essere ancora qui, di andare in certi paesi, di essere sempre più famosi. È meraviglioso. In tutta sincerità, credevamo che sarebbe durato solo un paio d’anni.Altri articoli che potrebbero interessarti

Ottobre 2013

Novembre 2013

  • Dave Gahan: “La musica mi ha salvato”È cominciato tutto con il glam rock, con gli Slade, T Rex, David Bowie e Roxy Music. Poi sono arrivati i Damned e i Clash. Ma la mia vera illuminazione è stata Ziggy Stardust, l’uomo che viene da altrove.
  • Jayce Lewis annuncia la data di pubblicazione del nuovo album “La scorsa settimana JL ha firmato con la Caroline International (Universal Music Group), accordo che gli permetterà di pubblicare il nuovo album dal titolo “Nemesis” tra marzo e aprile 2014, anticipato dalla release di un primo singolo nel mese di gennaio.
    Successivamente, Jayce registra un nuovo nome per il suo progetto, che porta avanti alla grande già da qualche anno, e dice: «andava fatto, qualcosa che doveva essere fatta qualche tempo fa» da ora in poi tutto ciò che Lewis produrrà, dai live ai lavori in studio, porterà il nome di PROTAFIELD.” Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicembre 2013

BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO A TUTTI!!!


Collezione PE 2014 Costume National: un Personal Jesus in passerella

“Personal Jesus” dei Depeche Mode è la canzone che apre lo show di Costume National, canzone  alla quale Ennio Capasa, direttore creativo del brand, si ispira per disegnare la nuova collezione maschile Primavera/Estate 2014.
«I Depeche Mode mi hanno chiesto di collaborare qualche mese fa, e mi è venuta l’idea di questo progetto che si chiama I-Cowboy, perché il cowboy è un uomo di frontiera, è un uomo libero che cerca una nuova dimensione e credo che questo sia un momento di ricerca e di grandi cambiamenti», così lo stilista spiega il mood della nuova collezione.
Partendo dalla consueta sartorialità tradizionale, l’uomo di Costume National gioca a fare il cowboy, con dettagli iconici quali il cappello, le frange e ancora pantaloni skinny e biker in pelle taglio vivo per creare un outfit completo.
Le scarpe sono invece morbide e destrutturate in pelle bottalata, crosta scamosciata o laminate oro.
«Un punto importante sono gli accessori – aggiunge Capasa-, dove noi italiani siamo maestri indiscussi a livello mondiale. Dobbiamo essere fieri di queste eccellenze perché il Made in Italy riesce ad interpretare la qualità come nessun altro paese al mondo e io quando parlo di questi accessori un po’ mi commuovo perché c’è un lavoro e una conoscenza e una storia tramandata che non bisogna perdere».

Peccato solo che la scelta sia ricaduta su una cover, seppur di Johnny Cash, al posto dell’originale Personal Jesus.

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.


Video: Dior è “Behind The Wheel” in Secret Garden 2

Dior pubblica la seconda parte della campagna “Secret Garden” e anche questa volta la regia è affidata a Inez van Lamsweerde e Vinoodh Matadin coppia che collabora con grandi nomi della moda e con lavori esposti nelle più importanti gallerie del mondo e pubblicati su influenti riviste di settore.

La location della prima parte di Secret Garden (per la presentazione della collezione autunno inverno 2012/2013 della maison francese VIDEO) fu la Reggia di Versailles che Inez e Vinoodh coronarono con una soundtrack d’eccellenza come Enjoy the Silence dei nostri Depeche Mode.

Ora la magia si ripete, e per la collezione Dior autunno inverno 2013/2014, Inez e Vinoodh scelgono l’incantevole Petit Trianon, i suoi giardini, una foresta “incantata” e Behind The Wheel (LP Mix) dei Depeche Mode, scoprendo così il lato più noir della villa (Petit Trianon situato nei giardini della Reggia di Versailles).

La protagonista è ancora una volta la modella Daria Strokous che interpreta una Maria Antonietta contemporanea, un quadro vivente in una trasposizione surreale.

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.


Un anno con Depeche Mode e Dintorni – Calendario 2►13

Ringraziamo i lettori che ci hanno seguito per tutto il 2012.  Abbiamo superato 100.000 visite con 465 iscritti. Per ringraziarvi vi mettiamo a disposizione, gratuitamente, il calendario 2013 che abbiamo realizzato per voi e per celebrare quello che sarà un anno pieno di Depeche Mode.  Potete scaricarlo qui

Gennaio 2012:

  • La splendida macchina DM inizia a scaldare i motori! Qualcosa inizia a muoversi in quel di Santa Barbara, CA. Come già anticipato prima delle feste natalizie, la prossima settimana Dave, Martin e Andy si incontreranno a casa di Mr Gore a Santa Barbara per la fase organizzativa del nuovo album dei Depeche Mode…

Febbraio 2012:

Marzo 2012:

Aprile 2012:

Maggio 2012:

  • “I Dream of Wires” un film che racconta la storia dei sintetizzatori modulari I Dream Of Wires, è un film documentario sulla storia e la rinascita dei sintetizzatori modulari. Il film, sponsorizzato da MATRIXSYNTH e attualmente in produzione, darà la possibilità di conoscere o approfondire la storia e lo sviluppo iniziale dei sintetizzatori modulari, tutto questo raccontato da chi li ha vissuti in prima persona: seminal modular designers come Don Buchla, i primi pionieri della musica elettronica come Morton Subotnick e Bernie Krause

Giugno 2012:

Luglio 2012:

Agosto 2012:

Settembre 2012:

Ottobre 2012:

  • Daniel Miller riceve il premio Pioneer al AIM Awards 2012 Il capo dell’etichetta Mute, Daniel Miller, è stato onorato con il premio Pioneer al AIM Awards 2012. Con il premio Pioneer, AIM vuole riconoscere lo stile visionario dei fondatori delle etichette indipendenti, e a chi meglio di Miller, una delle figure più influenti della storia della musica elettronica?!…

Novembre 2012:

Dicembre 2012:

Lo spettacolo pirotecnico di Londra con Depeche Mode dal minuto 2:23 reach out and touch faith!
Buon anno a tutti 🙂


Coco Noir di Chanel ed è subito Black Celebration

Amati dalle migliori griffe di moda – da Dior a Gucci, da Yves Saint Laurent a Giorgio Armani – i nostri Depeche Mode in versione fashion sono quasi immancabili in questo ultimo periodo.
L’ultima a sposare la loro musica è la maison Chanel che per la nuova fragranza, Coco Noir, sceglie come soundtrack il brano Black Celebration.

Black Celebration è il quinto album in studio dei Depeche Mode – pubblicato nel 1986 – caratterizzato da un sound dark e dalla presenza incisiva di Alan Wilder.

Coco Noir una Black Celebration composta da note di bergamotto, rosa, narciso, geranio, patchouli, sandalo, vaniglia, incenso e muschio bianco per un mix finale di sentori orientali e caldi. Disponibile da settembre 2012.

La boccetta è ispirata alle classiche del passato, quelle che hanno racchiuso le più popolari fragranze di casa Chanel… solo che, come vuole il trend della prossima stagione, la bottiglia assume un aura dark-gothic.

Let’s have a black celebration!

 

 

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, sia in formato cartaceo sia telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.

Il Personal Jesus di Giorgio Armani racchiuso in Acqua di Gio Essenza

Giorgio Armani Parfums lancia una nuova fragranza: Acqua di Gio Essenza e lo fa con una colonna sonora che abbraccia alla perfezione lo stile di questa nuova  fragranza “Personal Jesus” dei Depeche Mode. Il singolo, pubblicato nel 1989, lanciò l’album Violator, uno fra i più venduti della band.

Il volto della nuova campagna pubblicitaria è del modello Canadese Simon Nessman che interpreta il figlio di Giove, Apollo, un dio luminoso e icona in senso moderno: per la sua bellezza innata e un fascino assoluto. Il video è stato girato sulle bellissime spiagge siciliane, Pantelleria, dalle mani del celebre fotografo di moda e regista Statunitense  Bruce Weber.
La carezza delle onde del mare, la bellezza statuaria di questo modello e la colonna sonora dei Depeche Mode, danno vita a qualcosa di unico, mistico. Acqua di Gio Essenza promette una nuova intensità di quella già conosciuta, a base legnosa-acquatica a base di bergamotto di Calabria, ambrox e patchouli, cascalone, assoluta di gelsomino di Grasse. Un’interpretazione decisamente più intensa del classico Acqua di Giò.

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, sia in formato cartaceo sia telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.

VCMG Vince Clarke e Martin Gore per VOGUE

VOGUE mette in luce l’aspetto giocherellone e allo stesso tempo enigmatico del duo VCMG, con uno scatto davvero singolare.

Uno scambio di battute veloci fanno da cornice a questa immagine.

L’Uomo Vogue, gennaio 2012 (n. 427)
E’ stata una e-mail inaspettata ad unire di nuovo questo duo: «Non sapevo neanche che Vince avesse il mio indirizzo e-mail» dice Martin «nella mail mi chiedeva se avessi avuto piacere nel fare un album insieme: ho risposto di essere interessato solo se non fossi stato vincolato da limiti di tempo».

La tecnologia ha permesso ai due di collaborare nonostante le loro agende lavorative fossero piene di impegni. «Negli ultimi dieci anni gli strumenti di comunicazione si sono sviluppati in un modo incredibile» spiega Clarke. «Io e Martin abbiamo sfruttato la potenza di Internet al fine di concepire questo progetto (chiamato semplicemente VCMG). In realtà non ci siamo quasi mai visti di persona, ci siamo scambiati le idee via e-mail e creato l’album inviandoci semplicemente dei file. E ‘stato un modo interessante di collaborare, quasi come due pittori che lavorano sulla stessa tela, ma a distanza».

VCMG sta rilasciando una serie di EP prima del tanto atteso album di debutto, dalle sonorità prevalentemente techno. «Una delle ragioni per cui mi sono divertito facendo questo progetto» aggiunge Martin «è che volevo fare un album di ‘dance’: Penso che la scena elettronica sia molto viva, e oggi molti giovani sono in grado di creare musica dance con un budget minimo».

Chi sono i migliori produttori di musica elettronica oggi, secondo due icone come loro?
«Sono ancora affascinato dalla musica di Aphex Twin e dal produttore techno Plastikman» risponde Martin «ma devo dire che i Depeche Mode hanno aperto le porte a molti giovani produttori ai quali abbiamo commissionato remix, e ci sono molti artisti di talento in giro».
«Mi sento vecchio quando penso che i giovani mi vedono come un’icona» scherza Clarke «Tuttavia mi piace ascoltare quello che trovo su Beatport, è un eccellente sito dance e credo che i Deadmau5 siano fantastici».

Ci sarà tempo per un tour?
«Potremmo fare dei dj set» risponde Vince, mentre Martin dice «sarà difficile», visto che lui sta già lavorando per il prossimo album dei Depeche Mode. «E’ ancora tutto da definire, però ho scritto un pò di musica: ci rivedremo presto per portare avanti il nostro lavoro».

si ringrazia vogue.it

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo sia telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.

Strangelove dei Depeche Mode per Guilty la nuova fragranza di Gucci

Per il lancio della nuova fragranza femminile Gucci Guilty il marchio fiorentino si è affidato al genio di Frank Miller. Lo spot, che vede come protagonisti Chris Evans e, non una modella qualsiasi ma un’attrice statunitense che, se pur molto giovane, ha fatto spesso parlare di sè: Evan Rachel Wood scelta da Frida Giannini direttore creativo per pubblicizzare la nuova fragranza femminile. Rimanda al mondo noir: sensualità, passione e seduzione, infatti, sono le parole chiave della campagna pubblicitaria, che richiamano l’essenza stessa del profumo. Racchiuso in un flacone dorato che riprende il logo anni ’70 della griffe, è composto da un bouquet caldo e inebriante, con note di ambra e patchouli, mandarino, pesca, violetta, geranio e pepe rosa. In uscita nelle migliori profumerie dal prossimo mese di settembre 2010.
Il video per il lancio della nuova fragranza è diretto da Frank Miller e vede, come colonna sonora, Strangelove dei Depeche Mode nella versione dei Friendly Fires.
Official TV Commercial for Gucci Guilty — the new fragrance for her.
An unprecedented combination of edge and creativity that creates a unique, hypnotic spectacle.
Starring Evan Rachel Wood and Chris Evans.
Directed by Frank Miller.
Soundtrack by Friendly Fires.