Italian Blog

Articoli con tag “Rich Machin

Dave Gahan:«Se tutto va bene nella primavera del 2015 un nuovo album con i Soulsavers»

Come un anno e mezzo fa, Dave Gahan e Rich Machin parlano nuovamente della loro intenzione di collaborare per un secondo album dei Soulsavers.
Nell’intervista apparsa nel nuovo numero della rivista tedesca Sonic Seducer (qui scannerizzata), rilasciata ad ottobre in occasione del lancio della deluxe edition di “The Light The Dead See” (del 2012), Rich afferma che gli piacerebbe andare in tour con Dave ma: «È molto meglio avere più di dieci brani live. E lo faremo presto, perché abbiamo già preso in considerazione il prossimo disco insieme a Dave».

Dave aggiunge: «Sono in contatto costante con Rich. Mi tiene informato su canzoni nuove e idee per le quali potrei dare il mio contributo. Certo, Rich collabora con tanti altri artisti come Mark Lanegan, e la mia voce non sempre è adatta a tutti i suoi pezzi. Però mette sempre da parte dei brani nei quali ritiene potremmo collaborare. (…) Ma “The Light The Dead See” non è stato certamente un lavoro unico: se tutto va come immaginiamo, intorno alla primavera del 2015 dovrebbe uscire un nuovo album nel quale canterò con i Soulsavers».

Ora, considerando che i Soulsavers hanno in programma un album + un EP per il 2014 (leggi qui), non aspettiamoci il ritorno fulmineo di Dave in studio al termine di questo tour.
Gahan infatti sottolinea che: «Credo sia comprensibile che voglia stare con la mia famiglia. Però, conoscendomi, dopo un po’ mi tornerà il desiderio di fare nuova musica e quindi continuerò».

Gli estratti dell’intervista tradotti da Barbara Salardi provengono da depeche-mode.com

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.


Dave Gahan e Rich Machin la video intervista di Amoeba Music

Nel mese di luglio, Dave Gahan dei Depeche Mode e Rich Machin dei Soulsavers, sono andati a fare shopping all’Amoeba Music di Hollywood, dove hanno realizzato questa video intervista.
What’s In My Bag? è una serie di video ambientati nello store Amoeba Music che mettono in luce i gusti musicali di artisti e gente comune.

L’episodio 511 della serie, ha come protagonisti Dave e Rich che ci mostrano quali LP hanno messo nel loro “carrello della spesa”.

Per Dave:
“Sweet Heart, Sweet Light” di Spiritualized: «Questo ce l’ho già, ma non ho la versione in vinile. Ci avevo preso gusto ad ascoltarlo, per un certo periodo. Mi piace molto l’artwork, per questo ho pensato che fosse fantastico. In realtà questo disco è per Martin, ultimamente mi ha comprato diversi dischi, così ora io ne compro alcuni a lui. Sono sicuro che questo non lo ha ancora mai ascoltato.»

“WIXIW” di Liars: «Mi piace questo disco, ce l’ho anche su CD… qui dice che pesa 180 grammi, non ne sono totalmente convinto ma… hehehe» […] «Si, ho pensato che fosse qualcosa di astratto e lunatico, ma mi piacciono cose di questo genere e mi piace il fatto che ci sia una sorta di mix tra chitarre e cose tradizionali con l’elettronica.»

Poi Dave si interroga su un cd che si è ritrovato casualmente tra le mani e rivolgendosi a Rich dice: «E questa è… una soundtrack?» Rich gli spiega che non si tratta di una colonna sonora ma di Daniele Luppi, che in passato ha collaborato in un disco dei Soulsavers.
Dave: «Oh si, gli strumenti a corda del disco dei Soulsavers.» Rich continua dicendo che Luppi ha collaborato anche con artisti come Jack White e Norah Jones nel disco “Rome“, infatti Dave ha in mano proprio quel disco.
«Oh, ho sentito parlare di questo e ho letto una recensione che diceva chiaramente che il nostro disco è molto meglio hahaha» […] «Ci darò un occhiata e il voto lo avremo in seguito. Ehm si… nessuna mancanza di rispetto, ammiro tutti. Sono sicuro che è meraviglioso.»

“New York Dolls” di New York Dolls: «The Dolls! Gran disco. E’ tutto semplicemente eccezionale. Considerando il periodo in cui questo disco è uscito e la New York di quel tempo, hanno avuto le palle di andare in giro per strada! Sono quasi sicuro che la gente fondamentalmente li abbia scambiati per dei travestiti. Ma wow, che caos meraviglioso. Mi piace!»

“Blunderbuss” di Jack White: «Questo disco ce l’ho, Jack White. Mi piace molto il suo artwork, ho anche il CD» […] «Sembra che prenda con facilità il modo di fare musica, con questo non voglio dire che non sia un professionista esperto ma solo che fa sembrare facile ciò che in realtà non è e lo fa molto bene. Mi piacevano anche le cose che facevano i Dead Weather, in particolare il primo disco.»

Conclude: «Ecco cosa c’è nella mia borsa»

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.

“Il nuovo disco dei Depeche Mode sarà molto incisivo” rivela Dave Gahan

In questo periodo, Dave Gahan e soci si trovano a New York per proseguire la sessione di registrazione del nuovo album dei Depeche Mode. Dopo aver portato a termine «una parte del lavoro in California», Gahan rivela che «l’album è a un quarto di strada dal termine».

«Abbiamo molti brani, per essere a questo punto dell’opera» dice Gahan «Martin è stato molto prolifico, alcune sue canzoni sono davvero grandiose. Ho alcuni miei brani sui quali stiamo lavorando e che stanno prendendo un ottima forma. Sono davvero entusiasta di come stanno andando le cose. Penso sarà un disco molto diretto e incisivo. Non posso dire altro per il momento; con i Depeche Mode tutto può cambiare nel corso della lavorazione di un disco.»

Quindi stabilire una data per la pubblicazione è irrilevante. «E’ un processo lungo» riconosce Gahan «Probabilmente non termineremo prima della fine dell’anno, stiamo anche progettando un tour per l’anno prossimo. Al momento sembra più un laboratorio di scienze. Attualmente stiamo lavorando in due stanze, un sacco di chitarre ed elettronica e sono tutti molto creativi… è come un laboratorio.»

Riguardo i Soulsavers, Gahan dice che  «c’era una grande chimica tra noi, sarebbe stato davvero un peccato non approfittarne per fare un disco.» Improbabile un tour promozionale per “The Light the Dead See“, ma entrambi intendono proseguire insieme e Machin in proposito dice: «Abbiamo già iniziato a scrivere un paio di canzoni che potrebbero rivelarsi grandiose. Sono sicuro che ci sarà un secondo disco» e Gahan sarà a bordo molto probabilmente.

«Avrò da fare per almeno un paio d’anni» dice Gahan «Sono aperto all’idea di fare molte altre cose insieme. Sarebbe un peccato fermarsi proprio ora, visto l’ottimo risultato che abbiamo ottenuto con questo disco».

si ringrazia Billboard


  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo sia telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog